L’export in tempi di pandemia: come prepararsi al futuro

Cari amici,

Il coronavirus è arrivato e sta provocando danni immensi, sia sanitari sia economici.

Molti, troppi morti e molte, troppe aziende costrette a chiudere e, magari, a non riaprire mai più.

Un dato di fatto ovvio è che, come al solito, non possiamo aspettarci un aiuto concreto da parte dello Stato, delle Istituzioni. I 600€ promessi ai lavoratori autonomi sono un obolo che risolveranno poco o nulla.

E quindi cosa possiamo e dobbiamo fare?

Se è vero che dobbiamo stare a casa, è anche vero che dobbiamo pensare al futuro, dobbiamo creare le basi per una ripartenza che non sarà facile ma che ci sarà.

Come fare quindi per prepararsi al futuro e per renderlo meno buio?

Vediamo l’esempio della Cina:

Molte aziende cinesi, che prima producevano macchinari industriali o materiale tessile, hanno riconvertito la produzione per sopperire alla crescente domanda di dispositivi di protezione individuali (DPI).

Altre, se prima producevano macchine per usi diversi, adesso stanno costruendo impianti per la produzione di tali DPI.

Cosa hanno fatto invece per arginare l’ondata di disoccupazione? Ne ho parlato in un recente articolo che puoi leggere qui.

Capisco che un imprenditore italiano possa essere scettico quando parlo delle misure prese in Cina: diversa mentalità, diversa attitudine, maggiore supporto del governo, tutte cose che qui purtroppo ci sogniamo.

Però mi permetto anche di ricordarvi che, sebbene questa sia una crisi epocale che causerà danni immensi e che, se non verranno prese decisioni forti entro ieri, porterà all’inevitabile flessione verso il basso della domanda interna, c’è sempre una via d’uscita!

La soluzione è quella di guardare verso i mercati esteri, in particolare verso la Cina, dove sembra che la crisi stia terminando.

Ed è qui che un Temporary Export Manager (TEM) con un’esperienza di 15 anni sul mercato cinese può aiutarti.

Un TEM può effettuare un check up della tua attività e valutare insieme a te quali sono le mosse giuste da fare, online, per far conoscere la tua azienda in Cina ma, soprattutto, come conquistare cuori e menti dei sempre più sofisticati consumatori cinesi.

Quindi, quale prossimo passo ti consiglio?

Vai sulla homepage e compila il breve form sotto la mia foto. Riceverai un report di circa 40 pagine.

Leggilo con attenzione e poi contattami.

Sarò molto lieto di conoscerti, seppur virtualmente, e di discutere con te le prossime mosse!

A presto!